(IT) Signore e Signori, ecco a voi il vero volto di Antonino Antonini

“Spero che lei abbia ragione. In Italia sta accadendo uno strano fenomeno di disaffezione alla lettura”.

Abbiamo tra le mani il diario segreto di Antonino Antonini, esatto, proprio lui, il celebre scrittore italiano candidato al Nobel, il quale ci rivela come si è guadagnato la fiducia e la stima di una delle più importanti case editrici italiane, e di come ha scritto il suo primo romanzo, divenuto un best-seller: attribuendolo a un giovane suicida. Dopo aver appreso la notizia, non ha fatto altro che usare il nome del ragazzo per firmare il suo manoscritto. E voilà, l’editore entusiasta lo ha pubblicato “postumo” con l’approvazione della critica incuriosita e dei lettori inteneriti. Antonini ci svela poi come è nato il suo secondo romanzo, che lo ha consacrato definitivamente nelle pagine sante della letteratura italiana, stavolta con il suo vero nome: in accordo con l’editore, ha assunto il ruolo di confidente del suicida che con la sua morte ha contribuito alla nascita di un grande romanziere. Da questi primi episodi emerge il risentimento di un autore che cerca di affermarsi nel nostro Paese e scopriamo le astuzie di chi trasforma un lavoro così antico nella più moderna macchina da soldi. Ma non è tutto, perché quel romanzo creato con l’inganno è solo l’inizio di una carriera tutt’altro che letteraria. Con l’invenzione di Antonino Antonini, Aldo Amabile ci fa riflettere sui retroscena dell’editoria e ci racconta un personaggio spregevole e irresistibile, ambiguo e coerente, nella sua lotta perenne – e tutta italiana – tra l’inganno e l’onestà.

La scomparsa del ghostwriter
Autore:
Aldo Amabile
Cover art:
Fran Pulido
Copertina flessibile:
169 pagine
Editore: Articoli Liberi (9 gennaio 2020)
Lingua: Italiano
ISBN: 978-2491229047
DISTRIBUZIONE GRATUITA NELLE SCUOLE
Acquista su Amazon, Sostieni il nostro progetto

(IT) La lettera di Pietro: il racconto distopico dell’Italia che verrà

“Al compimento del suo ventesimo anno di vita, Elia Cannin decise di essere un rivoluzionario”.

Cari amici e lettori italofoni di tutto il mondo! Continuiamo a ricevere molti manoscritti da autori e autrici italiane anche se siamo nati come progetto multilinguistico, e questo ci fa un enorme piacere perché siamo consapevoli che in Italia ci sono tante voci inascoltate, schiacciate dalla rumorosa moltitudine di raccomandati. E proprio di raccomandazioni parla questo nuovo, bellissimo racconto che ci accingiamo a pubblicare, intitolato La lettera di pietro.

Ecco la trama:
In una realtà distopica situata in un tempo a noi non troppo lontano, assistiamo alla vicenda del giovane Elia Cannin, figlio di don Pietro Cannin, primo dirigente della Confederazione di Ro. L’Italia, così come la conosciamo, non esiste più. Le lingue sono diventate dialetti e sono state sostituite dal ruinci, un nuovo linguaggio elaborato dal sofisticato computer Grammatico e adottato da tutte le Confederazioni. E i libri, quelli di carta, sono soltanto una reliquia segregata in antiche e proibite biblioteche. Elia ha appena conseguito il pandottorato e ha la possibilità di diventare il nuovo segretario personale del ministro delle Raccomandazioni Statali, ma invece di obbedire a un sistema che di umano non ha più nulla, decide di ribellarsi.

La lettera di Pietro è un racconto in cui abbiamo ritrovato paesaggi estremi che ricordano quelli di José Saramago, scritto con la finezza della letteratura fantastica di Dino Buzzati, e capace di trasformare un luogo surreale a cui siamo ormai assuefatti in un non-luogo regolato da leggi affatto improbabili, anzi, a noi piuttosto familiari. Il genere di storie che ci piace portare con noi in questa folle missione di regalare libri.

Siamo orgogliosi di accogliere tra noi Aldo Amabile, un autore dalla fervida immaginazione, già affermato e con numerose pubblicazioni alle spalle. A breve daremo alle stampe anche il suo Giallo napoletano, un romanzo geniale ambientato tra Capri, Roma e Milano, che vede per protagonista un celebre scrittore combattuto tra il bene e il male…
Speriamo di dare a quest’opera la giusta diffusione, ma per questo, come sempre, abbiamo bisogno anche di voi, cari lettori, care lettrici. Ovunque siate in queste fredde e luminose vacanze natalizie, non dimenticate di portare con voi uno dei nostri “nice books”!

La lettera di Pietro
Aldo Amabile
Copertina flessibile:
 35 pagine
Editore: Articoli Liberi (17 dicembre 2019)
Lingua: Italiano
ISBN: 978-2491229030
DISTRIBUZIONE GRATUITA NELLE SCUOLE
Acquista su Amazon, Sostieni il nostro progetto